328 Risultati della ricerca per “Tutti”

Accelerator Certificate

Appartenenti alla categoria dei Certificate a capitale condizionatamente protetto, gli Accelerator Certificate sono strumenti finanziari che permettono di investire al rialzo o al ribasso su un’attività finanziaria Sottostante. La loro peculiarità è quella di replicare in modo più che proporzionale l’andamento del Sottostante.

ACEPI

Associazione Italiana Certificate e Prodotti di Investimento. Nata nel 2007, ha come scopo quello di promuovere l’interesse e la conoscenza nei confronti dei Certificate e prodotti di investimento presso i risparmiatori e di favorire lo sviluppo di mercati efficienti e trasparenti per tali prodotti.

Acquisto di Azioni Proprie

Operazione di riacquisto di azioni proprie precedentemente collocate sul mercato. E’ disciplinato dall’art. 132 d.lgs. 24 febbraio 1998 n. 58, in armonia con l’art. 2357 codice civile. Tra i motivi che giustificano tale operazione vi sono: sostenere o difendere la quotazione del titolo; ostacolare l’ingresso di soci “non graditi”; disporre di azioni da scambiare con una partecipazione in un’altra società; in vista di una riduzione di capitale sociale non ancora deliberata ma programmata.

Advisor

Soggetto che svolge una funzione di supporto consulenziale nel corso di un’operazione di finanza straordinaria.

After Hours

Mercato di Borsa Italiana in cui si negoziano, in orari diversi da quelli stabiliti per il MTA e per il SeDeX, azioni quotate (con requisiti di Liquidità prefissati), Covered Warrant e Certificate (su richiesta dell’Emittente).

Agenzia di Rating

Società indipendente specializzata nella valutazione del merito creditizio di un’Emittente o di un titolo. Standard & Poor’s, Moody’s e Fitch sono le maggiori agenzie di Rating (anche dette “le tre sorelle”).

Airbag Certificate

Appartenenti alla categoria dei Certificate a capitale condizionatamente protetto, gli Airbag Certificate permettono di beneficiare dei rialzi dell’attività finanziaria Sottostante annullando o ammortizzando, tramite appunto l’Airbag, i ribassi.

Alfa

Il coefficiente Alfa misura l'attitudine di un titolo a variare indipendentemente dalla Performance registrata dal Mercato. L’alfa di Jensen (dal nome dell’economista che ha introdotto tale parametro) misura la performance aggiustata per il rischio sistematico utilizzata per valutare la capacità di un gestore.

Alla Pari

Definizione con cui viene indicato uno strumento finanziario il cui prezzo di mercato equivale al Valore Nominale o al Prezzo di Emissione.

Ammissione alla Quotazione

L’Ammissione alla Quotazione è la procedura che permette a uno strumento finanziario di essere ammesso alla quotazione su un Mercato regolamentato.

Ammissione alle Negoziazioni

L’Ammissione alle Negoziazioni è la procedura che permette a uno strumento finanziario già quotato di essere scambiato un altro Mercato.

Analisi Fondamentale

Analisi del prezzo delle azioni fondata sullo studio delle caratteristiche economiche, patrimoniali e finanziarie di un’impresa o di un Mercato di riferimento, nonché del contesto macroeconomico. Tramite l’analisi fondamentale è possibile individuare le Azioni o i mercati che presentano una discrepanza tra prezzo di mercato e valore teorico.

Analisi Tecnica

Analisi dell’evoluzione del valore di uni strumento finanziario o di un Mercato che avviene tramite lo studio delle serie storiche dei prezzi e dei volumi, attraverso l’utilizzao dei grafici, con lo scopom di prevedere l’evoluzione futura del prezzo e usata come supporto nelle decisioni di trading.

Area Euro (o Zona Euro)

Insieme di Paesi membri dell’Unione Europea che adottano l’Euro come valuta ufficiale. Al 2014 fanno parte dell’Area Euro 18 dei 28 Paesi dell’Unione Europea: Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna (euro-12), Slovenia (euro-13), Cipro, Malta, Slovacchia e Estonia (euro-17) e Lettonia (euro-18). Finora, la moneta unica non stata adottata da Bulgaria, Repubblica Ceca, Croazia, Danimarca, Lituania, Ungheria, Polonia, Romania, Svezia e Regno Unito.

Ask

Termine con cui viene indicato il livello di prezzo a cui i detentori di uno strumento finanziario sono disposti a vendere. In italiano viene indicato con il termine Lettera.

Asset Allocation

L’asset allocation è il processo decisionale relativo l’allocazione dell’investimento tra le diverse categorie di Attività Finanziarie e reali. Le scelte di asset allocation sono determinate dalla necessità di ottimizzare il rapporto Rendimento/rischio degli investimenti in relazione all'orizzonte temporale e alle aspettative dell'investitore.

Asta

Procedura che prevede l'accumulazione degli ordini di acquisto e di vendita e il soddisfacimento degli stessi sulla base di regole precedentemente stabilite. Il processo di interazione tra ordini di acquisto e di vendita permette la fissazione di un prezzo.

Asta di Apertura

L’Asta di Apertura è quell’asta che prevede l’immissione, la modifica e la cancellazione di proposte di negoziazione in un determinato arco temporale finalizzata allla conclusione simultanea dei contratti in un unico istante (apertura) e a un unico prezzo.

Asta di Chiusura

L’Asta di Chiusura prevede l’immissione, la modifica e la cancellazione di proposte di negoziazione in un determinato intervallo temporale finalizzata allla conclusione di contratti in un unico momento (chiusura) e a un unico prezzo (prezzo di asta di chiusura).

At The Money

Termine utilizzato per indicare Opzioni il cui valore intrinseco (la differenza tra il prezzo del Sottostante e Prezzo di Esercizio nel caso delle Opzioni Call o tra il Prezzo di Esercizio e il Sottostante per le Put) è nullo. In questo caso per il possessore dell’Opzione è indifferente esercitarla oppure no.

Attività Finanziaria

Le attività finanziarie sono le attività economiche (diverse da quelle di produzione di beni e servizi) come i mezzi di pagamento,gli strumenti finanziari e le attività economiche aventi natura simile agli strumenti finanziari. Fanno parte di questa categoria, a titolo di esempio, il denaro, i depositi bancari e postali, le Azioni, le Obbligazioni, le Valute, le quote di un Fondo comune di investimento.

Attività Finanziaria Reale

I beni immobili, i terreni agricoli e i beni di consumo durevoli rappresentano esempi di attività finanziarie reali.

Attività Finanziaria Sottostante

E' l’attività, finanziaria o reale, da cui dipende il prezzo di un altro strumento finanziario derivato.

Autocallable

Opzione inclusa in uno strumento finanziario che permette all’Emittente di rimborsare il detentore dello strumento anticipatamente alla data o alle date prestabilite e al verificarsi di predeterminate condizione fissate in fase di emissione.

Aumento di Capitale

L’Aumento di Capitale è l’operazione che permette a una società, tramite l’emissione di nuove Azioni, di incrementare il proprio Capitale Sociale. Nel caso dell’Aumento di capitale le nuove azioni vengono offerte in prelazione a coloro che sono già soci che si vedono riconosciuto un Diritto di Opzione.

Azione

Titolo rappresentativo della minima quota di partecipazione di un socio al capitale sociale di una società che dà diritto al detentore, l’Azionista, di percepire la parte degli utili eventualmente distribuiti dalla società e che può conferire il diritto di voto nell'assemblea dei soci. A seconda della natura dei diritti incorporati, può essere di diversi tipi, tra cui ordinaria, privilegiata o di risparmio.

Azione di Risparmio

Tipologia di azione nel quale non è riconosciuto il diritto di voto ma presentano un diritto al dividendo superiore agli altri tipi di Azioni (lo statuto può prevedere un livello minimo di dividendo per questa categoria di Azioni).

Azione Ordinaria

L’Azione Ordinaria è una tipologia di azione che offre al detentore il diritto di voto, il diritto di impugnativa dei bilanci, il diritto di incassare il dividendo, il diritto d'opzione e il diritto di recesso nel caso di modifica dell'oggetto sociale.

Azione Privilegiata

Tipologia di azioni che attribuisce ai detentori, in sede di distribuzione degli utili e di rimborso del capitale, un diritto di priorità rispetto agli azionisti ordinari. Tuttavia comportano per i titolari una riduzione dei diritti amministrativi, come il diritto di voto, di impugnativa delle delibere assembleari, di recesso, di opzione).

Azionista

Colui che detiene uno o più titoli azionari (vedi Azione) di una società.

Banca d’Italia

Istituto facente parte del Sistema Europeo delle Banche Centrali (SEBC) insieme alla BCE e alle Banche Centrali degli altri Paesi appartenenti all ‘unione Europea. Tra le sue funzioni vi sono quella di vigilanza sul sistema finanziario , supervisione dei mercati e dei sistemi di pagamento, partecipazione e attuazione delle decisioni di politica monetaria della BCE.

Banca di Investimento

Una Banca di Investimento è un istituto bancario specializzato nel finanziamento alle imprese, sotto forma di prestito a lungo termine, spesso mediante acquisizione delle loro azioni. Molto spesso questo tipo di operatore creditizio fornisce servizi di consulenza finanziaria per operazioni di fusione & acquisizione , emissioni di titoli obbligazionari e Ipo.

Barriera

In un Certificate, la barriera è il valore o prezzo del Sottostante (cosiddetto Livello Barriera) che, se raggiunto, fa perdere all’investitore la protezione del capitale.

Basis Point

Centesima parte di un punto percentuale, lo 0,01%.

BCE

Acronimo di Banca Centrale Europea. Istituita nel 1998 è l’organismo che gestisce la moneta unica (l’euro), promuove i sistemi di pagamento e definisce la politica monetaria dell’UE , avendo come compito primario quello di tutelare la stabilità dei prezzi dei paesi appartenenti all'Area Euro, attuando tutte le misure di politica monetaria affinché l’incremento annuo dei prezzi al consumo non superi il 2%.

Benchmark

Parametro di riferimento utilizzato per confrontare la Performance di un portafoglio con l’andamento del mercato. La sua funzione è quella di informare gli investitori, gli intermediari e le autorità di controllo sull'andamento delle quotazioni di un insieme di titoli (azionari, obbligazionari, misti). Rappresenta un parametro di riferimento che permette di identificare il profilo di rischio e di operare un confronto rispetto all’andamento del proprio investimento.

Benchmark Certificate

Appartenenti alla categoria dei Certificate a capitale non protetto, i Benchmark Certificate permettono di investire al rialzo o al ribasso su un’attività finanziaria Sottostante. Si tratta di strumenti che replicano, al rialzo o al ribasso, l’andamento dell’attività finanziaria Sottostante senza Effetto Leva.

Beta

Si tratta del coefficiente che misura il comportamento di un titolo in relazione al mercato, ossia la variazione storica che un titolo assume rispetto alle variazioni del mercato. In termini matematici lo si ottiene rapportando la covarianza tra i rendimenti dell'asset i-esimo e i rendimenti del portafoglio di mercato e la varianza dei rendimenti di mercato.

Bid

Livello di prezzo a cui i compratori di un titolo sono disposti ad acquistare una particolare attività finanziaria. Normalmente si utilizza anche il termine italiano "Denaro".

Bid-Ask spread

Differenza tra la miglior proposta in acquisto (Bid) e la miglior proposta in vendita (Ask) presenti sul book di un determinato strumento finanziario.

Blue Chip

Le Blue Chip sono i titoli più trattati di una piazza finanziaria. In genere si tratta dei titoli a maggiore Capitalizzazione di Mercato e Liquidità.

Bond

I Bond sono titoli di credito rappresentativi di una parte di debito acceso da una società o da un ente pubblico per finanziare parte del proprio fabbisogno finanziario.

Bonus

Nei Bonus Certificate è il valore percentuale che definisce il rimborso minimo del Certificato a scadenza, qualora il Sottostante non oltrepassi il Livello Barriera nelle previste date di osservazione.

Bonus Certificate

Appartenenti alla categoria dei Certificate a capitale condizionatamente protetto, i Bonus Certificate sono strumenti finanziari che permettono al sottoscrittore di ottenere a scadenza un premio minimo, il Bonus, nel caso in cui il Sottostante del Certificate non raggiunga il Livello Barriera.

Book di Negoziazione

Prospetto video su cui compaiono le proposte di negoziazione singole e le quotazioni relative a ciascun contratto, con l’indicazione delle rispettive quantità. Nel book, da un lato vengono esposte le proposte di acquisto, dall'altro vengono visualizzate quelle di vendita.

Borsa

La Borsa è un mercato regolamentato dove vengono quotati e negoziati strumenti finanziari.

Borsa Italiana Spa

Società che si occupa dell'organizzazione, della gestione e del funzionamento della Borsa di Milano. Compito di Borsa Italiana Spa è vigilare sul corretto svolgimento delle negoziazioni, definire i requisiti e le procedure per l’ammissione e la permanenza sul mercato per le società emittenti e gli intermediari, gestire l’informativa sulel società quotate. La società gestisce l'informativa delle società quotate e dal 2007 fa parte del London Stock Exchange Group (www.borsaitalia.com).

Borsa Valori

La Borsa Valori è un mercato regolamentato in cui vengono negoziati strumenti finanziari rappresentativi di debiti (Obbligazioni), di quote di capitale (Azioni) e strumenti finanziari derivati. In Italia la Borsa è telematica e viene gestita dal 1998 dalla Borsa Italiana Spa.

BOT

Acronimo di Buoni Ordinari del Tesoro. Titolo a breve termine (3, 6 e 12 mesi) emesso dallo Stato italiano per raccogliere le risorse destinate alla copertura del fabbisogno statale. Il BOT è un’Obbligazione Zero Coupon, emessa quindi sotto la pari e rimborsata al valore nominale. Le aste dei BOT trimestrali e annuali si tengono a metà mese, quelle dei titoli a sei mesi sono calendarizzate a fine mese. I BOT sono negoziati sul MOT e sul MTS.

Broker

Il broker è una figura professionale che opera nel mondo della finanza ed è identificabile come un intermediario finanziario che opera sul mercato per conto di terzi attraverso la negoziazione in titoli. Per soggetti terzi si intende dei clienti che inoltrano l'ordine al broker che, per loro conto, opererà nel mercato con l’obiettivo di massimizzare i profitti e limitare le perdite.

BTP

Acronimo di Buoni del Tesoro Poliennali. E’ un titolo a medio-lungo termine (3, 5, 7, 10, 15 e 30 anni) emesso dal Ministero dell’Economia. La cedola è fissa e pagata semestralmente. Le aste dei BTP si tengono generalmente con cadenza mensile. I BTP sono negoziati sul MOT e sul MTS.

Butterfly Certificate

Appartenenti alla categoria dei Certificate a capitale protetto, i Butterfly Certificate sono strumenti che coniugano le caratteristiche degli Equity Protection e dei Twin Win Certificate: con i primi condividono la garanzia di rimborso del Prezzo di Emissione mentre al pari dei secondi consentono di beneficiare sia delle fasi di rialzo che di quelle di ribasso dei mercati finanziari.

Buy-back

Operazione di riacquisto di azioni proprie precedentemente collocate sul mercato. E’ disciplinato dall’art. 132 d.lgs. 24 febbraio 1998 n. 58, in armonia con l’art. 2357 codice civile. Tra i motivi che giustificano tale operazione vi sono: sostenere o difendere la quotazione del titolo; ostacolare l’ingresso di soci “non graditi”; disporre di azioni da scambiare con una partecipazione in un’altra società; in vista di una riduzione di capitale sociale non ancora deliberata ma programmata.

Cac 40

Acronimo di Cotation Assistée en Continu (Quotazione assistita in continuo), è il principale indice di borsa francese. Questo paniere comprende i 40 titoli a maggior capitalizzazione quotati sul mercato transalpino.

Calendario di Borsa

Calendario elaborato da Borsa Italiana che riporta i giorni di apertura e chiusura delle contrattazioni, le chiusure del mercato Afterhours, i giorni festivi, i giorni di stacco Dividendo e tutte le principali scadenze dei Future.

Call

Viene definita Opzione Call il tipo di contratto che dà al compratore il diritto, ma non l'obbligo, di acquistare a un dato Prezzo d'Esercizio (Strike price), alla data di scadenza o entro tale data (nel caso rispettivamente di Opzione europea o di Opzione americana), un’attività Sottostante. Viene chiamata Call anche l'opzione implicita, concessa all'Emittente di un titolo a reddito fisso, di rimborsare lo stesso prima della scadenza. Il termine Call viene anche utilizzato per identificare la richiesta di rimborso immediato avanzata dal finanziatore nei confronti del debitore, nel caso in cui quest'ultimo non abbia tenuto fede agli impegni contrattuali. Call si riferisce, infine, alla richiesta fatta dall'intermediario al cliente riguardante la necessità di integrare il capitale depositato come margine in virtù dei cambiamenti avvenuti nei prezzi di mercato del Sottostante.

Cap

Per i Certificate rappresenta il rendimento massimo ottenibile oltre il quale si smette di partecipare alle variazioni del sottostante.

Capitale Sociale

Il capitale sociale è costituito dall'ammontare complessivo di tutti i versamenti e i conferimenti dei soci all’atto di costituzione di una società. Il Capitale sociale è frazionato in quote che vengono assegnate ai soci in proporzione a quanto versato. Il Capitale Sociale può essere aumentato o diminuito solo da un'assemblea straordinaria.

Capital Gain

Il Capital gain (anche detto guadagno in conto capitale) rappresenta il saldo positivo (plusvalenza) tra il prezzo di vendita (o di rimborso) di un titolo e il prezzo di acquisto (o di sottoscrizione) di un’attività finanziaria o reale. In genere il Capital gain rappresenta solo una parte del Rendimento di un investimento poiché non considera l'eventuale percezione di frutti periodici.

Capital Loss

La Capital loss (anche detta perdita in conto capitale) rappresenta il saldo negativo (Minusvalenza) tra il prezzo di vendita (o di Rimborso) di un titolo e il prezzo di acquisto (o di sottoscrizione) di un’attività finanziaria o reale.

Capitalizzazione di Borsa

Sommatoria delle capitalizzazioni dei titoli quotati su un mercato.

Capitalizzazione di Mercato

La Capitalizzazione di Mercato di una società quotata è il risultato del prodotto tra il prezzo unitario dell’Azione e il numero di titoli in circolazione.

Cartolarizzazione

La Cartolarizzazione è un’operazione attraverso la quale un istituto di credito cede una parte dei suoi crediti concessi alla clientela a una società esterna, detta veicolo. In questo modo la società veicolo fornisce liquidità alla banca che poi recupera emettendo obbligazioni garantite dagli stessi crediti.

Cash Collect Certificate

Appartenenti alla categoria dei Certificate a capitale condizionatamente protetto, i Cash Collect Certificate permettono all’investitore di ottenere profitti cedolari ricorrenti durante la vita e, a scadenza, se, nelle rispettive date di osservazione, il Sottostante non ha mai oltrepessato un prefissato livello, chiamato Livello Barriera.

CCT

Acronimo di Certificato di Credito del Tesoro. Si tratta di titoli di Stato a medio-lungo temine (scadenza 7 anni) con cedola indicizzata al rendimento dei BOT. Gli interessi sono corrisposti con cadenza semestrale.

CDA

Acronimo di Consiglio di Amministrazione, è l’organo al quale è affidata l'amministrazione di una società.

Cedola

Diritto che consente al possessore di un certificato rappresentativo di un titolo, di riscuotere Interessi (nel caso di obbligazioni) o Dividendi (nel caso di azioni), maturati, nonché l’esercizio, nel caso di azioni, di diritti amministrativi e patrimoniali.

Certificate

I Certificate sono strumenti finanziari derivati cartolarizzati collegati all’andamento di un’attività Sottostante, sia essa, a titolo di esempio, un'azione, un indice azionario, una valuta, una materia prima o un tasso di interesse. I Certificate sono negoziati sia sul mercato SeDeX di Borsa Italiana che sul sistema multilaterale di negoziazione EuroTLX.

Certificate a Capitale Condizionatamente Protetto

I Certificate a capitale condizionatamente protetto sono strumenti finanziari che consentono all’investitore l'esposizione al rialzo o al ribasso all’attività finanziaria Sottostante con la protezione del prezzo di emissione del Certificate condizionata all’andamento dell’attività finanziaria Sottostante: la perdita della protezione del capitale avviene qualora il valore dell’attività sottostante superi un determinato valore, chiamato livello barriera.

Certificate a capitale non protetto

I Certificate a capitale non protetto sono strumenti finanziari che seguono la dinamica dell’evoluzione del valore dell’attività finanziaria sottostante. A seconda del tipo di Certificate, permettono di beneficiare dei movimenti rialzisti o ribassisti del sottostante. Espongono l’investitore alla mancanza di protezione del capitale investito, così come un investimento diretto nell’attività sottostante. I movimenti del sottostante possono essere amplificati o ridotti dal Certificate qualora sia previsto un fattore di partecipazione diverso dl 100%.

Certificate a Capitale Protetto

I Certificate a capitale protetto sono strumenti finanziari che offrono la possibilità di investire al rialzo o al ribasso su attività finanziarie sottostanti garantendo a scadenza all’investitore la protezione totale o parziale del prezzo di emissione del Certificate. Il livello di protezione è stabilito in fase di emissione.

Certificate Direzionale

Appartenenti alla categoria dei Certificate a Leva, i Certificate Direzionali permettono di partecipare al rialzo del Sottostante amplificandone la performance grazie all’Effetto Leva. Al fine di limitare il possibile ribasso del Sottostante è previsto un meccanismo di Stop Loss.

Certificate a Leva

I Certificate a Leva sono strumenti finanziari che offrono un'esposizione più che proporzionale alle variazioni di prezzo dell’attività finanziaria Sottostante tramite l’Effetto Leva.

Certificati di Investimento

I Certificati di Investimento sono strumenti finanziari derivati cartolarizzati collegati all’andamento di un’attività Sottostante, sia essa, a titolo di esempio, un'azione, un indice azionario, una valuta, una materia prima o un tasso di interesse. I Certificate sono negoziati sia sul mercato SeDeX di Borsa Italiana che sul sistema multilaterale di negoziazione EuroTLX.

Cert – X

Il Cert-X è il segmento di mercatodi EuroTLX dedicato alla negoziazione dei Certificate.

CME

Acronimo di Chicago Merchantile Exchange. In questo mercato, fondato nel 1919, vengono scambiati Future e Opzioni su indici, valute, Tassi d'interesse e Commodity, derivati su indicatori economici e sull'andamento delle condizioni meteorologiche. È uno dei mercati di Future più importanti al mondo.

Codice di Negoziazione (o Trading Code)

Il Codice di Negoziazione è la sigla che identifica l'Emittente e lo strumento finanziario sul mercato di quotazione.

Codice ISIN

Acronimo di Instrument Security Identification Number, è il codice alfa numerico di 12 cifre che identifica univocamente uno strumento finanziario. Le prime due lettere del codice individuano il paese di riferimento e le cifre costituiscono il codice locale attribuito al titolo. La gestione dei codici ISIN è responsabilità delle NNAs (National Numbers Authorities) e in Italia la funzione di codificazione per l'Italia è svolta dall'UIC (Ufficio Italiano Cambi).

Coefficiente di Rettifica

Il Coefficiente di Rettifica è il valore utilizzato per rettificare il valore di borsa di un titolo a seguito di un’operazione straordinaria sul Capitale.

Collar

È un contratto derivato su tasso di Interesse che combina una posizione lunga in un “interest rate cap” e una posizione corta in un “interest rate floor.

Collocamento

Operazione svolta da intermediari autorizzati tramite la quale strumenti finanziari di nuova emissione o già in circolazione vengono diffusi e distribuiti sul mercato.

Collocamento Privato

Operazione di offerta di titoli rivolta a un numero ristretto di investitori.

Commodity

Il termine commodity indica essenzialmente un bene o una merce, quali, a titolo di esempio , metalli, minerali, attività dell’agricoltura e dell’allevamento e altri beni fisici, sulle quali gli investitori possono operare attraverso l’utilizzo di strumenti derivati.

Consob

La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa è un’autorità amministrativa indipendente istituita nel 1974 con l’obiettivo di tutelare gli investitori e di garantire l’efficienza, la trasparenza e lo sviluppo del mercato mobiliare italiano (www.consob.it).

Consorzio di Collocamento

Gruppo di intermediari che si uniscono per svolgere il Collocamento di strumenti finanziari per conto della società Emittente. Due sono le funzioni principali svolte dal Consorzio di Collocamento: contattare tutti i potenziali acquirenti di titoli e funge da consulente sulle modalità e tempi di emissione; fornire direttamente i fondi all'Emittente sottoscrivendo i titoli oggetto del collocamento.

Corporate Banking

Il Corporate Banking comprende tutti i servizi che una banca offre alle imprese clienti, sia quelli tradizionali che quelli evoluti frequentemente offerti da intermediari non bancari.

Corporate Governance

La Corporate Governance è l’insieme delle regole, delle istituzioni e dei meccanismi che regolano il processo decisionale di una determinata azienda.

Correlazione

Indica la tendenza di due grandezze a muoversi nella stessa direzione nel medesimo arco temporale. Una correlazione negativa indica la tendenza a muoversi in direzione opposta mentre una correlazione positiva indica la tendenza a muoversi nella stessa direzione. Maggiore è la correlazione, positiva o negativa, più simile è l'entità della variazione in valore assoluto.

Corso Secco

Un titolo è quotato a corso secco quando il suo valore non tiene conto dei diritti accessori (rateo di interesse nel caso delle Obbligazioni o Dividendi nel caso delle Azioni).

Corso Tel Quel

Un titolo è quotato a corso tel quel quando il suo valore tiene conto sia del valore capitale (Corso Secco) e sia dei diritti accessori.

Covered Warrant

I Covered Warrant (CW) sono strumenti derivati che incorporano un’Opzione che conferisce al detentore il diritto di acquistare (cover warrant call) o vendere (cover warrant put) un’attività sottostante a un prezzo prestabilito ad (o entro) una data futura. Mentre l’ambito di applicazione del semplice Warrant è limitato alle azioni, i CW possono essere emessi anche su obbligazioni, indici (azionari o obbligazionari), panieri di titoli, valute, materie prime o tassi di interesse.

CTZ

Acronimo di Certificato del Tesoro Zero Coupon. Il CTZ è un’Obbligazione Zero Coupon (priva di cedole), emessa sotto la pari e rimborsata al valore nominale. La scadenza dei CTZ è pari o inferiore a 24 mesi.

Currency

Con il termine Currency viene indicata la moneta in circolazione in un determinato Paese e che può essere presa come Valuta di riferimento per i titoli emessi in quella nazione.

Data di Emissione

È la data a partire dalla quale decorrono gli effetti associati ad uno strumento finanziario. Ad esempio, data in cui viene emesso un prestito obbligazionario, a partire dalla quale iniziano a decorrere gli Interessi sul titolo.

Data di Scadenza

E’ la data di cessazione degli effetti associati ad uno strumento finanziario che, di conseguenza, perde validità.

Data di Valuta

È il giorno in cui devono essere resi realmente disponibili i fondi di una transazione finanziaria o commerciale.

Date di Rilevazione Intermedia

Nell’ambito dei Certificate, le date di rilevazione intermedia sono i i giorni in cui viene rilevato il prezzo del Sottostante al fine di verificare l’assolvimento di predeterminate condizioni ; per esempio, il valore rilevato può far scattare il rimborso dello strumento finanziario (es. Express Certificate) o il pagamento di un premio (es. Digital Certificate).

Dax30

E’ l'indice che rappresenta l'andamento della Borsa tedesca ed è composto dai 30 titoli a maggiore capitalizzazione e Liquidità quotati sulla Borsa di Francoforte.

Debito Pubblico

Il Debito Pubblico rappresenta l’ammontare dei debiti che lo Stato (considerando anche tutti gli enti pubblici) ha contratto per far fronte ai deficit di bilancio.

Delta

La lettera Delta dell'alfabeto greco indica la variazione del prezzo di uno strumento derivato associata alla variazione (di un punto percentuale) del prezzo dell'attività Sottostante. Rappresenta la derivata prima del prezzo di uno strumento derivato rispetto al prezzo dell’attività sottostante.

Denaro

Livello di prezzo a cui i compratori di un titolo sono disposti ad acquistare. Normalmente si utilizza anche il termine inglese "Bid".

Derivato (o Strumento Derivato)

Un derivato è uno strumento finanziario il cui valore dipende (deriva) dal valore di mercato di un altro bene, il Sottostante. Il Sottostante può essere di natura finanziaria (titoli azionari, tassi di interesse, ecc.) o reale (oro, petrolio, ecc.). I derivati possono essere quotati in mercati specializzati e regolamentati (future e opzioni) o in mercati non regolamentati Over the counter (come swap e contratti forward).

Derivato Cartolarizzato

Un Derivato cartolarizzato è un titolo negoziabile che incorpora contratti Derivati. A differenza dei contratti, i derivati cartolarizzati sono titoli, non contratti. Possono essere emessi solo da un intermediario finanziario o comunque da società o enti con particolari requisiti patrimoniali e di vigilanza, da stati e organismi internazionali. Attualmente in Italia i derivati cartolarizzati si suddividono in due categorie: i covered warrant e i Certificate. Essi sono negoziati sul mercato Sedex di Borsa Italiana.

Digital Certificate

I Digital Certificate sono strumenti finanziari che permettono di investire su un’attività finanziaria Sottostante ottenendo una remunerazione periodica (cosiddetto Importo Digital). Si dividono in Digital Certificate a Capitale protetto, che si caratterizzano per la protezione dell’importo investito, e in Digital Certificate a Capitale condizionatamente protetto che invece condizionano la protezione al mancato raggiungimento di una certa soglia, il Livello Barriera.

Diritto d'Opzione

Il diritto d'opzione è la facoltà attribuita all’Azionista o al detentore di titoli Obbligazionari Convertibili di sottoscrivere nuovi titoli in caso di operazioni straordinarie o di nuove emissioni, in prelazione rispetto agli altri sottoscrittori. Il numero di titoli che possono essere sottoscritti dai detentori del diritto d’opzione è dato dal rapporto di conversione. Nel caso in cui il detentore non sia intenzionato a sottoscrivere nuovi titoli può vendere il diritto sul mercato.

Diritto di Recesso

Con diritto di recesso si intende la possibilità per una delle parti contraenti di sciogliere unilateralmente un contratto, estinguendone, di conseguenza, tutte le obbligazioni che ne derivano, senza il consenso della controparte e senza andare incontro a penali. Per essere valido il recesso unilaterale del contratto deve essere comunicato in forma scritta alla controparte entro i termini stabiliti per legge o, eventualmente, stabilito nel contratto attraverso una apposita clausola per l'esercizio del diritto di recesso.

Discount Certificate

Appartenenti alla categoria dei Certificate a capitale non protetto, i Discount Certificate sono strumenti che replicano linearmente l’andamento del Sottostante e vengono acquistati “a sconto”, a un prezzo cioè inferiore a quello di quotazione al momento dell’acquisto. In caso di mercato rialzista, il guadagno massimo per l’investitore è limitato a un livello predefinito chiamato Cap.

Dividendo

Il dividendo è l’importo distribuito dalla società agli azionisti a titolo di remunerazione del capitale. La distribuzione del dividendo, proposta dal CDA e ratificata dall’Assemblea degli azionisti, rappresenta una facoltà per la società, non è un obbligo perché l’Assemblea potrebbe anche decidere di reinvestire gli utili. Particolari tipologie di Azioni, tra le quali le Risparmio e le Privilegiate, a fronte di ridotti diritti amministrativi prevedono una posizione privilegiata in termini di corresponsione del dividendo.

Divisa del Certificato

È la valuta nella quale è espresso il valore del Certificato.

Divisa del Sottostante

È la valuta nella quale è espresso il valore del Sottostante. Per i Certificate di tipo Quanto la divisa di denominazione del Sottostante è sempre la valuta domestica.

Documento di offerta

È un documento allegato ad una Offerta Pubblica di acquisto (OPA) che consente al soggetto che lancia un’offerta pubblica di acquisto o di scambio di condividere le informazioni necessarie per consentire al pubblico di formarsi un giudizio sull’OPA stessa.

DoubleWin Certificate

Appartenenti alla categoria dei Certificate a capitale protetto, i DoubleWin Certificate consentono all’investitore di registrare rendimenti positivi anche nel caso di performance negativa del Sottostante a patto che il valore del Sottostante non raggiunga una determinata soglia, il Livello Barriera.

Dow Jones

L’Indice Dow Jones Industrial Average rappresenta l'andamento dei principali 30 titoli quotati nel mercato statunitense. A dispetto del nome, non è legato ad alcun settore specifico. Il Dow Jones è un indice “price weighted” (il fattore di ponderazione è dato dal prezzo dei titoli) e comprende i primi 30 titoli del NYSE (New York Stock Exchange).

Duration

La Duration di un titolo misura la variazione del prezzo dello stesso a seguito della variazione del livello dei tassi di interesse e indica il rischio di tasso di interesse legato al valore di una Obbligazione. A un’elevata duration corrisponde un’elevata sensibilità del rpezzo del titolo al avriare del tasso di rendimento e viceversa. Nel caso delle Obbligazioni Zero Coupon la duration è pari alla durata anagrafica mentre è sempre inferiore alla durata nel caso di titoli muniti di cedola.

Effetto Leva

Tramite l’Effetto Leva è possibile effettuare un investimento per un ammontare di risorse finanziarie superiori al capitale effettivamente impiegato ,ottenendo così un'esposizione più che proporzionale alle variazioni di prezzo dell’attività finanziaria Sottostante.

Emittente

L’ emittente è il soggetto che, per finanziarsi, emette strumenti finanziari. Società, enti pubblici e privati, lo Stato o le Organizzazioni sopranazionali sono i più importanti emittenti di strumenti finanziari.

Equity Linked Bond

Le equity linked sono obbligazioni strutturate il cui Rendimento è indicizzato all’andamento di un’azione o di un paniere di azioni. La componente obbligazionaria garantisce il rimborso del valore nominale a scadenza e, eventualmente, la distribuzione di cedole nel corso della vita del titolo. La componente opzionale determina invece l'ammontare del Premio che l'obbligazionista incassa a scadenza.

Equity Protection Certificate

Appartenenti alla categoria dei Certificate a capitale protetto, gli Equity Protection Certificate sono strumenti finanziari che permettono di beneficiare, al rialzo o al ribasso, dell’andamento dell’attività finanziaria Sottostante beneficiando della protezione del prezzo di emissionea scadenza.

ETC

Gli ETC (Exchange Traded Commodities sono strumenti di debito assistiti da un collaterale. Possono essere emessi anche su una singola Commodity (ad esempio il Brent) e possono assumere posizione anche sul mercato fisico e non solo tramite contratti future.

ETF

Acronimo di Exchange Traded Fund (letteralmente fondi indicizzati quotati), gli ETF sono fondi che replicano fedelmente l'andamento di un Sottostante e che sono acquistabili come qualsiasi titolo azionario. Devono garantire un certo livello di diversificazione e non possono investire direttamente in materie prime.

Eurex

Mercato tedesco dei prodotti derivati fondato nel 1998. Sull’Eurex sono quotati oltre 1.900 prodotti.

Euribor

Euro interbank offered rate. L’Euribor è il tasso di interesse a breve termine calcolato giornalmente e corrisposto sui depositi interbancari in euro. Con base fissata al 31 dicembre 1998, l'Euribor è calcolato sulle operazioni con scadenza da una settimana a un anno.

Euro

Nome scelto dal Consiglio europeo di Madrid per la moneta unica europea introdotta dal 1° gennaio 1999.

Eurobbligazioni

Un'Eurobbligazione è un'Obbligazione emessa da società o enti nazionali o esteri, nonché da Stati sovrani e sovranazionali, in un Paese diverso da quello del debitore e denominata in una valuta diversa da quella del Paese di collocamento del titolo.

Eurobond

Un'Eurobbligazione è un'Obbligazione emessa da società o enti nazionali o esteri, nonché da Stati sovrani e sovranazionali, in un Paese diverso da quello del debitore e denominata in una valuta diversa da quella del Paese di collocamento del titolo. Con la dicitura Eurobond vengono inoltre indicati gli ipotetici titoli obbligazionari comuni ai Paesi facenti parte dell'Eurozona.

Eurostoxx 50

L’Eurostoxx 50 è un indice azionario europeo che misura l’andamento delle 50 blue chip quotate sui listini azionari di Eurolandia. L’indice è revisionato con cadenza annuale nel mese di settembre. È utilizzato come Sottostante in numerosi contratti derivati (come Opzioni e contratti Future).

EuroTLX

EuroTLX è un sistema multilaterale di negoziazione (MTF, Multilateral Trading Facility) di strumenti obbligazionari e di prodotti di investimento dedicato agli operatori non professionali. A settembre 2013 il 70% del capitale di EuroTLX Sim è stato acquisito da Borsa Italiana Spa (Banca IMI e Unicredit, che si ripartivano equamente il capitale sociale di EuroTLX, attualmente detengono il 15% ciascuna).

Evento Barriera

Nel caso dei Certificate a capitale condizionataemnte protetto, l’Evento Barriera rappresenta la condizione il cui verificarsi fa venir meno la protezione del capitale da parte dell’investitore. Tale condizione è rappresentata dal superamento da parte dlel’attività finanziaria sottostante di un determinato livello (Livello Barriera) di prezzo prefissato dall’emittente in fase di emissione e opportunamente indicato nella documentazione ufficiale dello strumento.

Express Certificate

Appartenenti alla categoria dei Certificate a capitale condizionatamente protetto, gli Express Certificate sono strumenti finanziari derivati che presentano la particolarità di poter scadere anticipatamente nel caso in cui il valore dell’attività finanziaria sottostante raggiunga un determinato livello, chiamato Livello di Esercizio Anticipato. Nel caso di scadenza anticipata del Certificate all’investitore è riconosciuto, oltre che al prezzo di emissione del Certificate, un premio predefinito chiamato Importo di Esercizio Anticipato (Express).

Fair value

Con il termine fair value viene generalmente indicato un valore di equilibrio attorno al quale possono incontrarsi i consensi di due parti intenzionate ad un scambio, e che, in quanto tale non risente di condizionamenti soggettivi, derivanti da caratteristiche dei contraenti.

Financial Due Diligence

Si tratta di un’attività finalizzata alla raccolta e a alla verifica delle informazioni di natura patrimoniale, finanziaria, economica, gestionale, strategica, fiscale ed ambientale relativamente ad una persona fisica o giuridica da ottenere una fotografia particolareggiata della realtà in essere.

Federal Reserv e

La Federal Reserve (o più semplicemente Fed) è la Banca Centrale statunitense. Creata oltre 100 anni fa (1913), ha tre obiettivi dichiarati nello statuto: il massimo livello occupazionale, la stabilità dei prezzi e tassi di interesse moderati. Le decisioni di politica monetaria adottate dalla Fed condizionano tutti i mercati finanziari del mondo.

Fixing

Processo di “fissazione” dei prezzi ufficiali di diverse asset class (tra cui materie prime e valute).

Floor (o Interest Rate Floor).

Nelle operazioni di prestito è il tasso di interesse minimo che viene corrisposto (dall’emittente) e incassato (dalìl’investitore). Dal punto di vista tecnico essoè un contratto derivato in cui l'acquirente paga un Premio e riceve dal venditore, per un certo periodo di tempo e a scadenze prefissate, un importo pari al prodotto tra il capitale nozionale, la differenza positiva tra il tasso fissato dal contratto (Floor rate) e un tasso di mercato (ad esempio l’Euribor), e la lunghezza del periodo di riferimento. Nel caso in cui la differenza tra i due tassi sia nulla o negativa non si ha alcun flusso associato al contratto. Esso può essere usato per tutelarsi da eventuali ribassi dei tassi di mercato.

Flottante

Termine che indica il quantitativo di Azioni di una società disponibili alla circolazione, quindi negoziabili sul Mercato. Non rientrano nel calcolo del flottante le partecipazioni azionarie di controllo, quelle vincolate da patti parasociali e di quelle soggette a vincoli alla trasferibilità (come clausole di lock-up) di durata superiore ai 6 mesi.

Fondo Comune di investimento

I fondi comuni di investimento rientrano nella categoria degli Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio (OICR) e sono veicoli che hanno la funzione di raccogliere le risorse finanziarie di più risparmiatori in un unico patrimonio autonomo che viene investito in attività finanziarie.

Fondi di Fondi

Sono quei fondi di investimento il cui portafoglio è costituito da quote di Fondo Comuni di investimento (anziché da titoli).

Fondo Aperto

Tipologia di fondo in cui il patrimonio varia continuamente per effetto di riscatti (in diminuzione) e delle nuove sottoscrizioni (in aumento).

Fondo Chiuso

Nel caso di Fondo Chiuso patrimonio e quote sono fissi ed eventuali incrementi possono essere effettuati solo tramite aumento del capitale sociale.

Frazionamento Azionario

Il Frazionamento Azionario è l’operazione tramite la quale viene ridotto il Valore Nominale di un’Azione. Con il Capitale Sociale invariato, cresce di conseguenza il numero di titoli in circolazione. Rappresenta la procedura inversa del Raggruppamento Azionario.

FTSE100

Acronimo di Financial Times Stock Exchange, l'indice FTSE100 è un indice rappresentativo dei 100 titoli a maggiore capitalizzazione quotati al London Stock Exchange. Nato da una joint venture tra l’autorevole Financial Times e il London Stock Exchange, attualmente l’indice è gestito dal Ftse Group.

FTSE Mib

Il FTSE Mib è il principale indice azionario della Borsa italiana. Questo indice, che coglie circa l'80% della capitalizzazione di mercato interna, è composto dalle azioni delle 40 società italiane ed estere quotate maggiormente capitalizzate sui mercati gestiti da Borsa Italiana.

Fusione

Per Fusione si intende l’operazione tramite la quale due (o più) società si uniscono costituendone una nuova. Nel caso di fusione per incorporazione una società ne incorpora un`altra.

Future

E' un contratto Derivato a termine con il quale le parti si impegnano a scambiare un'attività (finanziaria o reale) Sottostante in una certa data futura ad un prezzo prefissato. Si tratta di un contratto simmetrico poiché ogni partecipante deve effettuare una prestazione. In genere il contratto non si perfeziona con la consegna fisica del Sottostante visto che gli operatori preferiscono chiudere le posizioni vendendo (acquistando) il contratto acquistato (venduto) in precedenza. A scadenza è inoltre possibile liquidare il contratto o procedere alla consegna fisica del Sottostante.

Gamma

La lettera Gamma dell'alfabeto greco indica la variazione del delta di uno strumento derivato associata alla variazione (di un punto percentuale) del prezzo dell'attività Sottostante. Rappresenta la derivata prima del delta di uno strumento derivato rispetto al prezzo dell’attività sottostante

Global Coordinator

Nell’ambito di un’operazione di di collocamento, il Global Coordinator è l’intermediario finanziario che svolge funzione di coordinamento e di consulenza.

Greche

Lettere dell’alfabeto greco che indicano la sensibilità del prezzo di un’Opzione alle variazioni dei parametri che lo influenzano :Prezzo sottostante (Delta e Gamma), volatilità (Vega), vita residua (Theta) e tasso di interesse (Rho) ).

Greenshoe

L’Opzione Greenshoe consente ai membri del Consorzio di Collocamento di sottoscrivere una porzione di azioni al prezzo di offerta entro una certa Scadenza.

Grey Market

Il Grey Market è un mercato all’interno del quale è possibile negoziare titoli non ancora quotati ufficialmente in Borsa.

Guadagno in Conto Capitale

Il guadagno in conto capitale rappresenta il saldo positivo (plusvalenza) tra il prezzo di vendita (o di rimborso) e il prezzo di acquisto (o di sottoscrizione) di un’attività finanziaria o reale. Il guadagno in conto capitale rappresenta solo una parte del Rendimento di un investimento poiché non considera l'eventuale percezione di frutti periodici.

Hang Seng

Indice di riferimento dell’Hong Kong Stock Exchange. È composto dai titoli delle società a maggiore capitalizzazione rappresentativi di circa il 70% del mercato azionario di Hong Kong.

Hedge Fund

Un Hedge fund è un fondo di investimento che ha come obiettivo la generazione di rendimenti costanti nel tempo e non correlati con l’andamento del mercato, attraverso l'utilizzo di una vasta gamma di strategie d'investimento.

Hedging

Tramite Hedging (copertura) l’investitore punta a ridurre o annullare il rischioderavante da una posizione aperta. Con questo tipo di operazione vengono acquistati (o venduti) uno o più contratti Derivati legati alla stessa fonte di rischio della posizione da coprire (o da una fonte correlata).

IDEM

Acronimo di Italian Derivates Equity Market. Mercato regolamentato gestito da Borsa Italiana S.p.A. in cui vengono negoziati Future e Opzioni aventi come attività sottostante indici e singoli titoli azionari.

Importo Express

Negli Express Certificate, l’importo Express è il premio riconosciuto all’investitore nel caso in cui il certificato soddisfa una delle condizioni definite nel prospetto dello strumento finanziario. Contestualmente al pagamento dell’Importo Express viene il rimborsato anche il prezzo di emissione del Certificate.

Indice Azionario

Per indice azionario si intende la sintesi del valore di un paniere di titoli azionari che rappresentano. I movimenti dell’indice possono considerarsi una buona approssimazione del variare nel tempo della valorizzazione dei titoli compresi nel portafoglio. Esistono differenti metodologie per calcolare gli indici, diversi a seconda della ponderazione attribuita alle azioni del paniere.

Indice Finanziario

Un Indice Finanziario è un indicatore che registra le Performance dei titoli che lo compongono nel corso di un determinato periodo di riferimento.

Inflazione

L’inflazione è una grandezza economica che misura l’incremento dei prezzi di beni e servizi in un determinato periodo di tempo. In Italia il principale indicatore di riferimento per misurare l’inflazione è l'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di impiegati ed operai.

In The Money

Relativamente alle opzioni, si dice l’opzione è in the money quando il prezzo del Sottostante è maggiore dello Strike (nel caso dell’opzione call) o minore (per un’opzione put). Nel caso in cui l’opzione (se di tipo eruopeo) risulti In The Money a scadenza, essa viene esercitata.

Insider Trading

Per Insider Trading si intende lo sfruttamento di informazioni non ancora di dominio pubblico dalla cui divulgazione si noteranno repentine modifiche nei prezzi di quotazione di un determinato titolo. E’ una pratica illegale utilizzata per effettuare operazioni in Borsa traendo vantaggio dalla conoscenza anticipata delle suddette informazioni riservate.

Intermediari Finanziari

Sono intermediari finanziari i soggetti, iscritti nel relativo elenco, che esercitano nei confronti del pubblico in via professionale l'attività di concessione di finanziamenti, di assunzione di partecipazioni, di intermediazione in cambi, così come definite dal Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 17 febbraio 2009, n.29 (G.U. del 3 aprile 2009 S.G. n.78).

Investimento Minimo

Quantitativo di denaro necessario per negoziare il lotto minimo di un particolare strumento finanziario.

Investitori Istituzionali

Gli investitori istituzionali sono intermediari che investono un patrimonio per conto di altri soggetti. Sono investitori istituzionali gli organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR), i fondi comuni di investimento (mobiliari, immobiliari, speculativi), le Sicav, i fondi pensione e le compagnie assicurative.

Investment Certificate

Gli Investment Certificate, o Certificati di Investimento, sono strumenti finanziari derivati cartolarizzati negoziati solitamente negoziati su mercati regolamentati che replicano, senza alcun effetto leva, l’andamento di una determinata attività finanziaria sottostante.

Investment Grade

Indicatori dell’affidabilità di azioni o altri strumenti finanziari ritenuti appropriati dagli investitori istituzionali. Sono identificabili attraverso il rating: nel caso di titoli azioni si tratta di compagnie che hanno buoni bilanci, capitalizzazione considerevole; nel caso di strumenti a reddito fisso si considera come soglia inferiore il rating BBB. Implicitamente, dunque, la classificazione Investment Grade sottintende una qualità medio-alta dello strumento finanziario.

IPO

Acronimo di Initial Public Offering. L’IPO è una precisa tipologia di offerta pubblica di vendita e sottoscrizione finalizzata alla quotazione su un mercato regolamentato.

ISIN

Acronimo di Instrument Security Identification Number, è il codice alfa numerico di 12 cifre che identifica univocamente uno strumento finanziario. Le prime due lettere del codice individuano il paese di riferimento e le cifre costituiscono il codice locale attribuito al titolo. La gestione dei codici ISIN è responsabilità delle NNAs (National Numbers Authorities) e in Italia la funzione di codificazione per l'Italia è svolta dall'UIC (Ufficio Italiano Cambi).

Joint Venture

La joint venture è un accordo di collaborazione tra due o più imprese volto alla realizzazione di un investimento o di un'opera e che genera un nuovo soggetto giuridicamente indipendente. Obblighi e responsabilità sono commisurati alla quota di capitale detenuta.

Junk Bond

Un Junk Bond è un titolo obbligazionario con Rating inferiore all’Investment Grade. Il rendimento è superiore rispetto alle obbligazioni Investment Grade in quando il livello di rischio è più elevato.

Lead Manager

Il Lead Manager è un intermediario finanziario che dirige e coordina il Consorzio di Collocamento. Insieme all’Emittente il Lead Manager stabilisce i termini dell’offerta e raccoglie gli ordini di acquisto in arrivo dagli Investitori Istituzionali.

Lettera

Termine con cui viene indicato il livello di prezzo a cui i detentori di uno strumento finanziario sono disposti a vendere. In inglese viene indicato con il termine Ask.

Leva finanziaria (o Effetto Leva)

La Leva Finanziaria consente di effettuare un investimento per un ammontare di risorse finanziarie superiori al capitale effettivamente impiegato ,ottenendo così un'esposizione più che proporzionale alle variazioni di prezzo dell’attività finanziaria Sottostante.

Libor

Acronimo di London interbank bid rate. Tasso di Interesse a breve termine (3-6 mesi) sul mercato interbancario di Londra: rappresenta il tasso al quale le banche sono disposte a concedere prestiti. È un tasso variabile spesso utilizzato come Benchmark nelle operazioni di finanziamento.

Liquidità

Capacità di un investimento in attività finanziarie o reali di trasformarsi in denaro in poco tmepo e a condizioni economiche favorevoli, ovvero senza diminuzioni rispetto al prezzo di emrcato corrente.

Liquidity Provider

Il Liquidity Provider è un operatore che garantisce un adeguato livello di Liquidità sugli strumenti finanziari negoziati sui mercati regolamentati quotando sempre un prezzo Bid e Ask sul Book di negoziazione.

Listing

Con il termine Listing si intende l’ammissione alle quotazioni di Borsa di un titolo o di un prodotto finanziario.

Livello Barriera

In un Certificate, il Livello Barriera è il valore dell’attività Sottostante che, se raggiunto, fa perdere all’investitore la protezione del capitale.

Livello Barriera Up

Nel caso dei Butterfly Certificate è il valore del Sottostante (superiore al valore iniziale) che se violato durante la vita del certificato non permette di partecipare all'eventuale Performance positiva del Sottostante.

Livello Bonus

Nel caso dei Bonus Certificate l’investitore consegue un Premio, il bonus, se il prezzo del Sottostante non scende sotto il Livello Barriera.

Livello Cap

In un Certificate, il Livello Cap è il valore del Sottostante, , oltre il quale la Performance dell’investimento si mantiene costante. Rappresenta la percentuale massima di un investimento che viene restituita alla scadenza in caso di andamento favorevole dell’attivitàsottostante.

Livello di Esercizio Anticipato

Il Livello di Esercizio Anticipato è quel livello di prezzopredeterminato, il cui raggiungimento da parte dell’attività sottostante fa scadere anticipatamente il Certificate, riconoscendo all’investitore il prezzo di emissione maggiorato di un premio.

Livello di Protezione

In un Certificate, il Livello di Protezione è il valore del Sottostante, al draggiungimento del quale la Performance si mantiene costante. E quindi l’investitore non accusa perdite superiori. Se espresso in valore percentuale esprime il rimborso minimo a scadenza per l’investitore.

London Stock Exchange

Società che si occupa dell'organizzazione, della gestione e del funzionamento della Borsa di Londra. Con l’integrazione di Borsa Italiana avvenuta nel 2007 ha dato vita al London Stock Exchange Group, operatore leader per quoptazioni e trading di azioni e per il trading su sistemi elettronici di ETF, securitised derivatives e titoli a reddito fisso.

Long Position

Posizione in cui si trova l’acquirente di uno strumento finanziario quando questo viene acquistato. Al contrario, se lo strumento viene venduto si è in posizione Short rispetto allo strumento stesso.

Lotto minimo

Indica la quantità minima di strumenti finanziari negoziabili su un mercato organizzato.

Margine di Garanzia

Il Margine di Garanzia è la somma di denaro richiesta per l’apertura e il mantenimento di posizioni in contratti Derivati.

Margine Iniziale

Il Margine Iniziale è la somma di denaro che è necessario versare alla stipula dei contratti su strumenti derivati, per poter operare sui mercati di tali strumenti.

Market Maker

il Market Maker è un intermediario finanziario che ha il compito di garantire, in via continuativa, la negoziabilità di tutte di determinati strumenti finanziari.

Massimo Giornata

Quotazione più elevata registrata da uno strumento finanziario nel corso della giornata di scambi.

Materia Prima

La Materia Prima è un bene o una merce, quale, a titolo di esempio, metalli, minerali, attività dell’agricoltura e dell’allevamento e altri beni fisici, sulla quale gli investitori possono operare attraverso l’utilizzo di strumenti derivati.

Maturity

Scadenza. Data alla quale uno strumento finanziario cessa di esistere.

Mercato Mobiliare

Con il termine mercato mobiliare si intende il segmento di mercato finanziario sul quale vengono scambiati valori mobiliari e svolte attività relative a valori mobiliari, ossia i prodotti finanziari che la propria natura sono destinati alla circolazione.

Mercato Primario

Il Mercato Primario è il mercato dove avviene l'offerta di strumenti finanziari di nuova emissione.

Mercato Secondario

Il Mercato Secondario è il mercato in cui vengono negoziati gli strumenti finanziari già in circolazione.

Minimo di Giornata

Quotazione più bassa registrata da uno strumento finanziario nel corso della seduta.

Minusvalenza

La Minusvalenza rappresenta il saldo negativo tra il prezzo di vendita (o di Rimborso) di un titolo e il prezzo di acquisto (o di sottoscrizione) di un’attività finanziaria o reale.

MOT

Acronimo di Mercato Telematico delle Obbligazioni. Il MOT è il mercato organizzato e gestito da Borsa Italiana dove vengono negoziati Titoli di Stato e Obbligazioni non convertibili. Il MOT è a sua volta suddiviso in due segmenti, DomesticMOT ed EuroMOT: sul primo sono negoziati Titoli di Stato Italiani e altri titoli di debito mentre sul secondo sono scambiati titoli di stato esteri, Obbligazioni Sovranazionali ed Eurobond.

MSCI

Acronimo di Morgan Stanley Capital Index. Gli indici MSCI più famosi sono il MSCI World, che raggruppa oltre 1.600 titoli azionari a livello globale, e il MSCI Eafe, di cui invece fanno parte titoli europei, asiatici e australiani.

MTA

Acronimo di Mercato Telematico Azionario. Mercato gestito da Borsa Italiana in cui si negoziano Azioni, Obbligazioni Convertibili, Warrant, Diritti d’Opzione e certificati rappresentativi di quote di OICR. Le negoziazioni si svolgono secondo le modalità di asta (di apertura e di chiusura) e di negoziazione continua.

MTS

Acronimo di Mercato all'Ingrosso dei Titoli di Stato. Si tratta di un Mercato Secondario all’ingrosso (l’ammontare minimo di negoziazione è fissato a 2,5 milioni di euro) in cui possono operare solo operatori specializzati. Sul MTS vengono negoziati Titoli di Stato (italiani ed esteri) e titoli garantiti dallo Stato.

Multiplo (o Rapporto di Esercizio)

Quantità di strumenti finanziari associati all’esercizio di un’Opzione. Se ad esempio un Warrant Call ha un rapporto di esercizio di 0,5 è necessario disporre di 2 warrant per sottoscrivere un’azione. L’inverso del Multiplo è la Parità.

Nasdaq

Acronimo di National Association of Securities Dealers Automated Quotation. Il Nasdaq è il mercato azionario telematico statunitense, nato nel 1971 e inizialmente destinato alle piccole e medie imprese con elevato potenziale di crescita. La sessione di pre-mercato sul Nasdaq inizia alle 4 e si conclude alle 9:30 (ora di New York), la negoziazione dei titoli si svolge tra le 9:30 e le 4 del pomeriggio e l’afterhours tra le 4 e le 8 di sera. L'indice principale è il Nasdaq Composite Index.

Negoziazione continua (o Asta Continua)

Modalità organizzativa dei mercati telematici in cui le proposte negoziali dei partecipanti al mercato sono esposte continuamente e interagiscono tra loro. Caratteristica principale dell’asta continua è che per ogni titolo si formano una pluralità di prezzi, uno per ogni contratto concluso (matching automatico).

Nikkey225

Indice azionario che misura l’andamento dei 225 titoli a maggiore capitalizzazione quotati sul Tokyo Stock Exchange.

Nymex

Acronimo di New York Mercantile Exchange. Fondato nel 1872, è il Mercato in cui vengono scambiati Future e Opzioni su Commodity energetiche (petrolio, gas naturale), metalli industriali (alluminio, rame) e metalli preziosi (oro, argento). La sede è a New York.

NYSE

Acronimo di New York Stock Exchange. Ubicato nella newyorkese Wall Street è il più grande mercato azionario nel mondoPer capitalizzazione, e il secondo (dopo il Nasdaq) per numero di società quotate.

Obbligazioni

Le Obbligazioni, anche detti Bond, sono titoli di credito rappresentativi di una parte di debito acceso da una società o da un ente pubblico per finanziare parte del proprio fabbisogno finanziario.

Obbligazioni a Tasso Fisso

Le Obbligazioni a tasso di interesse fisso sono titoli di credito in cui la remunerazione per l’investitore avviene tramite Cedole periodiche a tasso predefinito e identiche per tutta la durata del titolo.

Obbligazioni a Tasso Variabile

Le Obbligazioni a tasso di interesse variabile sono titoli di credito in cui la remunerazione per l’investitore è rappresentata da cedole periodiche calcolate in base ad un tasso di interesse che può subire variazioni nel corso della vita del prestito. Il tasso di interesse può essere: predeterminato o indicizzato ad un parametro di riferimento a cui, di solito, si aggiunge uno spread.

Obbligazioni Convertibili

Sono convertibili quelle obbligazioni che oltre a pagare una Cedola periodica incorporano la facoltà per l’investitore di convertirle in titoli azionari (azioni di compendio).

Obbligazioni Plain Vanilla

Le Obbligazioni Plain Vanilla sono quelle obbligazioni che prevedono il pagamento, a cadenza periodica o in un’unica soluzione, degli Interessi rappresentati da Cedole e la restituzione del capitale investito a Scadenza. Con il termine Plain Vanilla (in inglese “semplice vaniglia”) si fa riferimento alla versione base del gelato nei Paesi anglosassoni.

Obbligazioni Sovranazionali

Le Obbligazioni Sovranazionali sono i titoli obbligazionari emessi da istituzioni ed entità internazionali. Tra i principali emittenti di Obbligazioni Sovranazionali troviamo la Banca Mondiale, il Fondo Monetario Internazionale e la Banca Europea degli Investimenti. In genere la valutazione assegnata dalle Agenzie di Rating a questi bond è particolarmente elevata (“AA” o “AAA”).

Obbligazioni Strutturate

Nel caso delle Obbligazioni Strutturate le Cedole dipendono dall’andamento di una (o più) attività sottostanti (Azioni, indici, fondi, Materie Prime, ecc.). Tramite i bond strutturati gli investitori puntano a conseguire un Rendimento superiore a quello delle obbligazioni tradizionali beneficiando della protezione del capitale a scadenza.

Obbligazioni Zero Coupon

Le Obbligazioni Zero Coupon sono titoli di credito che non distribuiscono cedole. Il Rendimento dell’investitore è rappresentato dalla differenza tra il valore di rimborso a scadenza e la somma versata per sottoscrivere il bond.

OPA

Acronimo di Offerta Pubblica di Acquisto. L’OPA è un’offerta rivolta al pubblico fatta da un offerente che punta ad acquisire strummenti finanziari.

OPAS

Acronimo di Offerta Pubblica di Acquisto e Scambio. È l’operazione tramite la quale l’offerente propone al pubblico degli investitori di acquistare titoli che vengono pagati parte in denaro e parte in altri strumenti finanziari.

OPS

Acronimo di Offerta Pubblica di Sottoscrizione, è l’operazione tramite la quale una società offre, a una o più categorie di investitori. azioni di nuova emissione. Nel caso in cui l’OPS è finalizzata alla quotazione si parla di IPO.

OPSC

Acronimo di Offerta Pubblica di Scambio, è l’operazione tramite la quale l’offerente propone al pubblico degli investitori di acquistare titoli offrendo in cambio altri strumenti finanziari.

OPV

Acronimo di Offerta Pubblica di Vendita. Avviene quando uno o più azionisti di una società cedono totalmente o in parte le azioni possedute.

Operazioni in Cambi a Pronti

Si tratta di quelle operazioni in valuta che prevedono uno scambio immediato tra due valute al tasso di cambio corrente; in cui si ha, in sostanza, il trasferimento immediato di una somma espressa in una valuta in cambio di un'altra somma espressa in un'altra valuta.

Operazioni in Cambi a Termine

Si tratta di quelle operazioni in valuta che prevedono lo scambio, in una data futura, tra due valute a un tasso di cambio che viene prefissato al momento della conclusione dell'operazione.

Opzioni

Le Opzioni sono contratti derivati che attribuiscono al compratore il diritto di acquistare (Call) o di vendere (Put), alla o entro la data di scadenza, un’attività Sottostante a un prezzo prefissato.

Opzione Americana

E’ un contratto derivato che conferisce al possessore il diritto di acquistare (Call) o di vendere (Put) un’attività sottostante entro Una certa data ad un prezzo prefissato. Opzioni At the Money Vedi At the money.

Opzioni Call

Viene definita Opzione Call il tipo di contratto che dà al compratore il diritto, ma non l'obbligo, di acquistare a un dato Prezzo d'Esercizio (Strike price), alla data di scadenza o entro tale data (nel caso rispettivamente di Opzione europea o di Opzione americana), un’attività Sottostante.

Opzioni Esotiche

Sono Opzioni Esotiche quei contratti in cui il calcolo del payoff presentano elementi non standardizzati e per questo motivo sono negoziati OTC. Fanno parte, tra le altre, di questa categoria, le Opzioni packages, bermuda, composte, le Opzioni con Barriera, le Opzioni binarie, le Opzioni asiatiche e quelle arcobaleno.

Opzione Europea

E’ un contratto derivato che conferisce al possessore il diritto di acquistare (Call) o di vendere (Put) un’attività sottostante alla data di scadenza ad un prezzo prefissato.

Opzione In the Money

L’Opzione In the Money è quella in cui il prezzo del Sottostante è maggiore dello Strike (nel caso dell’opzione call) o minore (per un’opzione put). Nel caso in cui l’opzione (se di tipo eruopeo) risulti In The Money a scadenza, essa viene esercitata.

Opzione Out of the Money

L’Opzione Out of the Money è quella in cui il prezzo del Sottostante è minore dello Strike (nel caso dell’opzione call) o più elevato (per un’opzione put). Il valore intrinseco dell’opzione è nullo. Quando l’opzione è Out of the money l’esercizio della stessa non risulta vantaggioso

Opzione Plain Vanilla

Un'Opzione Plain Vanilla rappresenta un contratto di Opzione standard (Call o Put), caratterizzato da una data di scadenza, un Prezzo di Esercizio e nessuna caratteristica addizionale. Con il termine Plain Vanilla (in inglese “semplice vaniglia”) si fa riferimento alla versione base del gelato nei Paesi anglosassoni.

Opzione Put

Un'Opzione Put è uno strumento derivato in base al quale l'acquirente tramite il pagamento di un Premio, acquista il diritto, ma non l'obbligo, di vendere un’attività Sottostante a un dato Prezzo d'Esercizio (Strike Price) alla data di scadenza o entro tale data (nel caso rispettivamente di Opzione europea o di Opzione americana). L’Opzione Put è indicata se ci si aspetta che il prezzo dell'attività subisca un ribasso nel periodo della durata dell'Opzione.

OTC (Over The Counter)

L’Over the Counter è un mercato non regolamentato Le modalità di contrattazione non sono standardizzate ed è possibile stipulare contratti "atipici". Tra gli svantaggi vi è la scarsa Liquidità.

Out of The Money

Un’Opzione si dice Out the money quando il prezzo del Sottostante è minore dello strike (nel caso dell’opzione call) o più elevato (per un’opzione put). Il valore intrinseco dell’opzione è nullo. Quando l’opzione è Out of the money l’esercizio della stessa non risulta vantaggioso.

Outperformance Certificate

Appartenenti alla categoria dei Certificate a capitale non protetto, gli Outperformance Certificate nella versione long permettono, in caso di rialzo delle quotazioni, di partecipare illimitatamente e con un Effetto Leva alla fase rialzista. Nel caso di un ribasso del Sottostante, il Certificate segna una performance pari a quella del Sottostante.

Parità

Numero di strumenti finanziari associati all’esercizio di un’opzione, di un warrant o di un covered warrant . E’ l’inverso del multiplo.

Partecipazione al Rialzo

Il coefficiente di Partecipazione al rialzo è il valore percentuale che indica il livello di partecipazione, a scadenza, alla Performance del Sottostant riconuscita all’investitore che detiene lo strumento finanziario che offre tale payoff.

Partecipazione al Ribasso

Il coefficiente di Partecipazione al ribasso è il valore percentuale che indica il livello di partecipazione, a scadenza, alla Performance del Sottostante riconuscita all’investitore che detiene lo strumento finanziario che offre tale payoff.

Patrimonio Netto

Il Patrimonio netto di una società è la differenza contabile tra le attività e le passività contenute nello stato patrimoniale di un’azienda. Esso rappresenta quanto resta di competenza degli azionisti dopo aver dedotto dalle attività patrimoniali tutte le passività verso terzi.

P/E

Price- to-Earnings. Rapporto tra il prezzo di mercato di un’azione e il suo Utile Netto per Azione. Si esprime anche come rapporto tra la capitalizzazione di borsa dell’emittente e gli utili conseguiti.

Performance

La performance di uno strumento finanziario indica la variazione percentuale del valore dello stesso in un determinato lasso di tempo. Può essere espressa sia in termini assoluti che relativi.

Plusvalenza

La Plusvalenza (anche detto guadagno in conto capitale) rappresenta il saldo positivo (plusvalenza) tra il prezzo di vendita (o di rimborso) di un titolo e il prezzo di acquisto (o di sottoscrizione) di un’attività finanziaria o reale. In genere la plusvalenza rappresenta solo una parte del Rendimento di un investimento poiché non considera l'eventuale percezione di frutti periodici.

Premio

Nei contratti di Opzione, il Premio è la somma di denaro che un compratore paga al venditore per ottenere il diritto di acquistare o vendere un bene Sottostante ad/entro una data futura ad un prezzo predeterminato. Riferito ai Bonus Certificate il Premio è rappresentato dal Bonus e viene corrisposto all’investitore se il valore del Sottostante, a scadenza se di stile europeo o in via continuativa se di stile americano, non raggiunge il Livello Barriera.

Prezzo Denaro (o Denaro)

Il Prezzo Denaro è il livello di prezzo a cui i compratori di un determinato titolo finanziario sono disposti ad acquistarlo. E’ assai diffuso anche tra gli operatori italiani il termine inglese "Bid".

Prezzo di Apertura

Prezzo al quale, nella fase di apertura dei mercati, vengono conclusi i contratti. Il prezzo, individuato in automatico, è quello che permette di massimizzare la quantità totale scambiata.

Prezzo di Emissione

Il Prezzo di emissione è il prezzo al quale un titolo è offerto sul Mercato Primario. È stabilito dall’Emittente (o dal Consorzio di Collocamento) nel caso di collocamenti destinati al pubblico retail o può scaturire da un’asta nel caso di operazioni riservate a Investitori Istituzionali.

Prezzo di Esercizio

In un’Opzione, il prezzo di esercizio è il prezzo a cui il detentore dell’Opzione ha il diritto di comprare (Opzione Call ) o di vendere (Opzione Put). il Sottostante.

Prezzo di Liquidazione

Base di riferimento per il calcolo dei guadagni e delle perdite di un contratto derivato.

Prezzo di Rimborso

Prezzo corrisposto al possessore di un titolo obbligazionario o azionario a scadenza.

Prezzo Lettera

Termine con cui viene indicato il livello di prezzo a cui i detentori di uno strumento finanziario sono disposti a vendere. In inglese viene indicato con il termine Ask.

Prezzo Obiettivo

Il Prezzo Obiettivo è il prezzo che secondo gli analisti sarà raggiunto da un’attività finanziaria.

Pronti Contro Termine

Il Pronti Contro Termine è un investimento di breve termine effettuato tramite l’acquisto di Obbligazioni in contanti che vengono rivendute a Scadenza a un prezzo prefissato.

Prospetto Informativo

Il Prospetto informativo è il documento contenente le informazioni relative la natura dello strumento finanziario e i rischi connessi ad un investimento. Il Prospetto Informativo deve essere redatto obbligatoriamente e pubblicato dall'Emittente che intende svolgere attività di sollecitazione del pubblico risparmio.

Protezione

Con il termine Protezione si intende la percentuale minima del capitale investito che viene restituita alla scadenza.

Punto Base

Rappresenta la centesima parte di un punto percentuale, lo 0,01%.

Put

Un'Opzione put è uno strumento derivato in base al quale l'acquirente tramite il pagamento di un Premio, acquista il diritto, ma non l'obbligo, di vendere un’attività Sottostante a un dato Prezzo d'Esercizio (Strike Price) alla data di scadenza o entro tale data (nel caso rispettivamente di Opzione europea o di Opzione americana). L’Opzione Put è indicata se ci si aspetta che il prezzo dell'attività subisca un ribasso nel periodo della durata dell'Opzione.

Quantità Denaro

La Quantità Denaro è il numero di offerte di acquisto a un dato prezzo in un dato momento.

Quantità Lettera

La Quantità Lettera è il numero di offerte di vendita a un dato prezzo in un dato momento.

Quanto

Clausola che può essere presente nei Certificate. La clausola Quanto permette all’investitore di azzerare il rischio derivante dalle oscillazioni del tasso di cambio dell’attività finanziaria sottostante.

Quotazione

Prezzo ufficiale di uno strumento finanziario che viene registrato nel corso delle contrattazioni. Con il termine Quotazione è inoltre possibile indicare il processo di inserimento di uno strumento finanziario nel listino dei titoli quotati di un determinato mercato mobiliare.

Rapporto Airbag

Nei Certificate Airbag il Rapporto Airbag è il fattore che, nel caso di una discesa del Sottostante al di sotto del Livello di Protezione, permette di attenuare la perdita di valore subita dal Certificate. È sempre maggiore di 1 visto che scaturisce dal rapporto tra 1 e la protezione.

Rateo

Per Rateo, o rateizzazione, si intende il valore aggiuntivo di attività e di passività che riflette, in un bilancio, la parte di un reddito piuttosto che di una spesa ancora in corso di maturazione, la quale si ritiene debba essere attribuita al periodo di tempo preso in esame dal bilancio. Possiamo identificare tre sottocategorie: Rateo attivo, cioè relativo ai redditi; Rateo passivo, quello che si riferisce a spese e oneri e, infine, Rateo d'interessi, che comprendi quegli interessi giornalieri su titoli a reddito fisso, maturati dal giorno di scadenza dell'ultima cedola fino a quello di negoziazione.

Rating

Giudizio assegnato da un’Agenzia specializzata indipendente, espresso da un codice alfanumerico, che indica il merito creditizio di un soggetto debitore o di una particolare emissione di titoli. Il Rating viene emesso a seguito di un’analisi dettagliata della situazione finanziaria della società da valutare e del contesto generale in cui questa opera. Il giudizio di Rating è sottoposto a revisioni periodiche.

Relative Value Certificate

Appartenenti alla categoria dei Certficate a capitale protetto, i Relative Value Certificate permettono di scommettere sul rialzo del rapporto o del differenziale tra un asset Long e un asset Short offendo comunque la protezione totale o parziale capitale.

Rendimento

Il Rendimento di un investimento è la variazione totale percentuale del valore di uno strumento finanziario in un determinato arco di tempo.

Rendimento a Scadenza

Il Rendimento a Scadenza, anche detto Yield to Maturity (YTM), rappresenta il Rendimento ottenibile mantenendo in portafoglio lo strumento finanziario acquistato fino alla sua scadenza.

Rendimento Effettivo

Il Rendimento Effettivo è il Rendimento di uno strumento finanziario tenendo conto di tutte le componenti reddituali (Cedole, vendita di Diritti di Opzione, differenza tra prezzo di acquisto e Valore di Rimborso, imposte e commissioni pagate).

Revoca della Quotazione

La revoca dalla quotazione è l’esclusione delle Azioni di una società dalla negoziazione in Borsa. La revoca può essere decretata da Borsa Italiana a causa della carenza di scambi, ammissione dell’Emittente a procedure concorsuali, giudizi negativi da parte della Società di Revisione e scioglimento dell’Emittente. Il delisting può essere deciso anche dalla stessa società in occasione di acquisizioni o nel caso in cui il gruppo di controllo non ritenga più necessaria la quotazione delle Azioni.

Rho

Si tratta di indicatore (lettera greca) che misura variazione del Premio di un Warrant al variare del tasso di interesse offerto dal mercato monetario.

Rimborso Minimo

Nei Certificate il Rimborso minimo rappresenta la porzione minima di capitale restituita a scadenza.

Rischio di Cambio

Il Rischio di cambio è il rischio connesso alla variazione del rapporto di cambio tra due valute, che incide sul valore di un investimento espresso in una valuta estera.

Rischio di Credito

Il Rischio di Credito rappresenta il rischio legato all’eventualità che il debitore non adempia ai suoi obblighi di pagamento degli interessi e di rimborso del capitale.

Rischio di Insolvenza

Il Rischio di Insolvenza è il rischio legato all’eventualità che il debitore non adempia ai suoi obblighi di pagamento degli interessi e di rimborso del capitale.

Rischio Emittente

Il Rischio Emittente è il rischio legato all'ebentualità che l’emittente di strumenti finanziari non adempia agli obblighi di pagamento di interessi e/o capitale legati agli strumenti emessi.

S&P500

Indice azionario statunitense che rileva l’andamento dei primi 500 titoli per capitalizzazione quotati sui listini a stelle e strisce (Nyse e Nasdaq).

Scadenza

La Scadenza è la data alla quale uno strumento finanziario cessa di esistere.

SEC

Acronimo di Securities Exchange Commission. La Sec è la Commissione di controllo dei mercati finanziari statunitensi. Rappresenta l’equivalente dell’italiana Consob.

Securitised Derivative

Un Securitised Derivative è un titolo negoziabile che incorpora contratti Derivati. A differenza dei tradizionali strumenti derivati, i derivati cartolarizzati sono titoli, non contratti. Possono essere emessi solo da un intermediario finanziario o comunque da società o enti con particolari requisiti patrimoniali e di vigilanza, da stati e organismi internazionali. Attualmente in Italia i Securitised Derivative si suddividono in due categorie: i covered warrant e i Certificate. Essi sono negoziati sul mercato Sedex di Borsa Italiana.

Short

Quando uno strumento finanziario viene venduto viene aperta una posizione corta (o short).

Smi

L’indice Smi raggruppa i 30 titoli a più elevata capitalizzazione quotati sul mercato borsistico svizzero.

Società Emittente (o Emittente)

La Società Emittente è il soggetto che, per finanziarsi, emette strumenti finanziari. Società, enti pubblici e privati, lo Stato o le Organizzazioni sopranazionali sono i più importanti emittenti di strumenti finanziari.

Sotto la Pari

Un titolo quota sotto la pari quanto il suo prezzo (in genere il Prezzo di Emissione oppure il Prezzo di Rimborso) è inferiore al suo valore nominale.

Sottostante

Il sottostante è l’attività da cui dipende il prezzo di uno strumento derivato. Può essere di natura finanziaria (un tasso di cambio o di interesse) o reale (es. una materia prima).

Sottostante Corto

Nei Certificate di tipo Alpha Relative Value le attività sottostanti corte sono quelle da cui ci si attendono rendimenti bassi se non addirittura performance negative.

Sottostante Lungo

Nei Certificate di tipo Alpha Relative Value le attività sottostanti lunghe sono quelle da cui ci si attendono i rendimenti più elevati.

Specialist

Facente parte della categoria dei Liquidity Provider, lo Specialist è un intermediario che si occupa di garantire la Liquidità degli strumenti finanziari emessi.

Spread Denaro/Lettera (Bid/Ask)

Differenza tra la miglior proposta in acquisto (Denaro) e la miglior proposta in vendita (Lettera) presenti sul book di un determinato strumento finanziario.

Spread di Prezzo

Rappresenta la differenza fra due quotazioni dello stesso titolo o tra due tassi di interesse.

STAR

Acronimo di Segmento Titoli con Alti Requisiti. Lo STAR è il segmento del MTA dedicato alle aziende a media capitalizzazione che rispettano particolari requisiti in termini di informativa societaria e di Corporate Governance.

Step Up/Step Down

Si parla di Obbligazioni a tasso fisso Step Up/Step Down quando la cedola è variabile nel tempo ma prestabilita all’emissione: crescente nel primo caso (Step Up) e decrescente (Step Down) nel secondo.

Stock Index Future

Lo stock index future è un contratto Derivato che obbliga il possessore a comprare o a vendere, ad un prezzo prefissato, un indice di borsa ad una data Scadenza.

Stop Loss

Ordine di negoziazione che viene eseguito a condizione che il prezzo di mercato di un determinato strumento finanziario raggiunga una determinata soglia.. Nei Certificate Turbo e Short è il livello del Sottostante che se raggiunto lo fa scadere anticipatamente.

Strumento Derivato (o Derivato)

Uno Strumento Derivato è uno strumento finanziario il cui valore dipende (deriva) dal valore di mercato di un altro bene, il Sottostante. Il Sottostante può essere di natura finanziaria (titoli azionari, tassi di interesse, ecc.) o reale (oro, petrolio, ecc.). I derivati possono essere quotati in mercati specializzati e regolamentati (future e opzioni) o in mercati non regolamentati Over the counter (come swap e contratti forward).

Supranationals Bond

I Supranationals Bond sono i titoli obbligazionari emessi da istituzioni ed entità internazionali. Tra i principali emittenti di Obbligazioni Sovranazionali troviamo la Banca Mondiale, il Fondo monetario internazionale e la Banca Europea degli Investimenti. In genere la valutazione assegnata dalle Agenzie di Rating a questi bond è particolarmente elevata (“AA” o “AAA”).

Target Price

Il target price è il prezzo che secondo gli analisti sarà raggiunto da un’attività finanziaria.

Tasso di Inflazione (o Inflazione)

Il Tasso di Inflazione è una grandezza economica che misura l’incremento dei prezzi di beni e servizi in un determinato periodo di tempo. In Italia il principale indicatore di riferimento per misurare l’inflazione è l'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di impiegati ed operai.

Tasso di Interesse

Il tasso di interesse misura il costo di un’operazione di finanziamento e rappresenta il compenso pagato alla banca per il prestito di una determinata somma di denaro. Viene espresso in percentuale e con riferimento all’anno.

Tasso di Interesse Fisso

Si ha un tasso di Interesse fisso quando il saggio, e quindi la remunerazione per il creditore calcolata come percentuale sul valore nominale, è costante per tutta la durata del contratto.

Tasso di Interesse Variabile

Il tasso di Interesse è variabile quando cambia in base all’andamento di un parametro di riferimento (es. Euribor o Libor).

Tendenza

La tendenza designa la direzione generale di un movimento del mercato.

Tetha

Il Tetha è un Indicatore che esprime la variazione del prezzo di uno strumento derivato al ridursi della vita residua. Il Tetha, anche detto “Time decay”, è la derivata prima del valore di un derivato rispetto al trascorrere del tempo.

Titoli a Tasso Fisso (o Obbligazioni a Tasso fisso)

I Titoli a Tasso fisso sono titoli di credito in cui la remunerazione per l’investitore avviene tramite Cedole periodiche a tasso predefinito e identiche per tutta la durata del titolo.

Titoli a Tasso Variabile (o Obbligazioni a Tasso Variabile)

I Titoli a Tasso Variabile sono titoli di credito in cui la remunerazione per l’investitore è rappresentata da cedole periodiche calcolate in base ad un tasso di interesse che può subire variazioni nel corso della vita del prestito. Il tasso di interesse può essere: predeterminato o indicizzato ad un parametro di riferimento a cui, di solito, si aggiunge uno spread.

Titoli Callable

Sono Callable quei titoli che riconoscono all’Emittente la facoltà di rimborsare in anticipo il capitale.

Titoli di Stato

I Titoli di Stato (o titoli del debito pubblico) sono quei titoli che vengono emessi dal Ministero dell'Economia e delle Finanze per finanziare il fabbisogno statale.

Total Return

Per Total Return si intende il rendimento di uno o più investimenti comprensivo sia della rivalutazione del capitale sia del reddito da reinvestimento.

Trading Code

Il Trading Code è la sigla che identifica l'Emittente e lo strumento finanziario sul mercato di quotazione.

Trigger Price

E’ quel livello di prezzo che fa riferimento al verificarsi o meno di una determinata condizione e che ha come conseguenza il verificarsi di evento (la scadenza anticipata è solo un esempio di “evento”, ma può essere anche semplicemente il pagamento di un coupon).

Twin Win Certificate

Appartenenti alla categoria dei Certificate a capitale condizionatamente protetto, i Twin Win Certificate sono strumenti finanziari che permettono all’investitore di beneficiare sia dei rialzi che dei ribassi dell’attività finanziaria Sottostante se questa non raggiunge un livello di prezzo determinato in fase di emissione chiamato Livello Barriera.

Ultimo Giorno di Quotazione

L’Ultimo Giorno di Quotazione è l’ultimo giorno utile per la negoziazione di uno strumento quotato.

Ultimo Prezzo Chiusura

L’Ultimo Prezzo Chiusura è il prezzo al quale si concludono i contratti nella fase di chiusura.

Underlying

L’Underlying è l’attività da cui dipende il prezzo di uno strumento derivato. Può essere di natura finanziaria (un tasso di cambio o di interesse) o reale (es. una materia prima).

Utile Netto

L’Utile netto è il reddito annuo prodotto da un’azienda. L’utile netto è il risultato che si ottiene dalla differenza tra il ricavo totale e il costo totale di produzione, al netto della tassazione

Utile per Azione

Anche chiamato EPS (Earning per Share), l’utile per azione rappresenta un importante indicatore per sintetizzare la redditività di un'azienda. Si ottiene dividendo il risultato netto per il numero dei titoli azionari.

Valore di Rimborso

Importo corrisposto al possessore di un titolo alla scadenza di quest'ultimo.

Valore Iniziale

Il Valore Iniziale in un contratto derivato è il valore del Sottostante osservato alla data di emissione.

Valore Nominale

Nel caso delle azioni rappresenta la frazione di capitale rappresentata dall’Azione, mentre per le Obbligazioni è l’importo su cui vengono calcolati gli Interessi.

Valuta

La valuta è la moneta in cui è espresso il valore di un titolo. In ambito bancario la valuta rappresenta il giorno in cui iniziano a decorrere gli Interessi su una certa somma.

Vega

Il Vega, nelle opzioni, serve a calcolare generalmente il livello di sensibilità del premio di un'opzione rispetto alla volatilità del suo sottostante. Nello specifico, per un compratore di opzioni il Vega è sempre positivo, mentre un venditore di opzioni incontrerà sempre vega negativo.

Vendita allo Scoperto

La vendita allo scoperto consiste nella cessione di uno strumento finanziario che non si possiede ma che sarà acquistato in seguito. Si tratta di un’operazione che viene effettuata quando si hanno aspettative ribassiste sull’andamento del prezzo di uno strumento finanziario.

Volatilità

Per volatilità si intende la misura della variabilità o dell’incertezza del rendimento o del prezzo di un’attività finanziaria. Esprime il livello di rischio insito nell'investimento.

Volatilità Implicita (o Volatilità Attesa)

Variabilità del prezzo di un'attività finanziaria o reale, desunta dal valore di mercato delle opzioni di acquisto o di vendita dell'attività stessa applicando formule quali quelle di Black e Scholes.

Volume

Per volume si intende il numero di contratti scambiati durante un determinato periodo di tempo su uno strumento finanziario. Il volume rappresenta un indicatore della Liquidità di un determinato strumento finanziario (alti volumi sono sinonimo di un’elevata Liquidità dello strumento finanziario).

Volume Denaro

Il Volume Denaro rappresenta il numero di strumenti finanziari per i quali sono validi i prezzi Denaro.

Volume Lettera

Il Volume Lettera rappresenta il numero di strumenti finanziari per i quali sono validi i prezzi Lettera.

Warrant

Un Warrant è uno strumento finanziario che attribuisce al suo possessore la facoltà di acquistare (Call Warrant) o di vendere (Put Warrant) un’attività Sottostante ad o entro una determinata data ad un fissato prezzo. Se il diritto è esercitabile entro un dato periodo di tempo si parla di Warrant americano, se il diritto può essere esercitato ad una specifica data il Warrant è europeo.

Yield to Maturity

Lo Yield to Maturity, abbreviato anche con YTM, rappresenta il Rendimento ottenibile mantenendo in portafoglio lo strumento finanziario acquistato fino alla sua scadenza. In italiano è detto anche Rendimento a Scadenza.

Zero Coupon Bond

Vedi Obbligazioni Zero Coupon.

Zona Euro

Insieme di Paesi membri dell’Unione Europea che adottano l’Euro come valuta ufficiale. Al 2014 fanno parte dell’Area Euro 18 dei 28 Paesi dell’Unione Europea: Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna (euro-12), Slovenia (euro-13), Cipro, Malta, Slovacchia e Estonia (euro-17) e Lettonia (euro-18). Finora, la moneta unica non stata adottata da Bulgaria, Repubblica Ceca, Croazia, Danimarca, Lituania, Ungheria, Polonia, Romania, Svezia e Regno Unito.

Testo modificato il: 09.04.2015